fbpx

JOIN THE JOURNEY! 10% di sconto sul primo acquisto.

Refresh your nature: come preparare le tisane fredde, must dell’estate

Un approfondimento per rinfrescare la tua estate in compagnia delle tisane fredde Wilden.herbals

Il mondo delle tisane biologiche è da esplorare in ogni stagione e l’estate è il momento delle tisane fredde. Una tisana fredda è un’arma segreta potentissima contro il caldo e l’afa, soprattutto se soffri di pressione bassa. Che siano drenanti, depurative o energizzanti, tutte le tisane fredde aiutano a mantenere una corretta idratazione e sono ricche di vitamine e sali minerali oltre a costituire un’alternativa smart e naturale alle classiche bibite zuccherate o gassate.

Per tuffarti nel mood estivo, vogliamo darti qualche dritta su come preparare le tisane fredde nel migliore dei modi.

Tisane fredde: scelta dell’acqua e conservazione

Dietro una buona tisana biologica, c’è sempre una buona scelta di acqua. Noi la consigliamo naturale a pH neutro, filtrata oppure con una durezza minerale più alta che può funzionare come contrasto e far percepire la tisana più dolce di quello che è naturalmente. 

Se preparerai la tua infusione in grande quantità, la tisana dura fino a 2/3 giorni in frigo, soprattutto se il processo di infusione ha una durata più corta e controllata.

Preparare le tisane fredde con un’infusione a caldo

È la classica infusione tra i 7 e i 10 minuti con acqua calda a 95°. Il nostro consiglio è aggiungere 50 ml di acqua fredda nella tazza o nella teiera: in questo modo eviterai uno shock termico alle erbe officinali contenute nel filtro e potrai diminuire la temperatura in modo più naturale. 

Bagnando il filtro con l’acqua fredda, doni una sorta di pre-idratazione alle erbe e consenti un’infusione dolce che rilascia al meglio gli oli essenziali e gli aromi nell’infuso.

☞ Come prepararla

  1. Porta a ebollizione 450 ml di acqua
  2. Nel frattempo inizia l’infusione con 50 ml di acqua fredda nella teiera o in tazza
  3. Versa l’acqua calda sul filtro già idratato con l’acqua fredda
  4. Attendi 7/10 minuti, poi rimuovi il filtro. Lascia la teiera aperta per raggiungere la temperatura perfetta per berla o servirla.

Preparare le tisane fredde con un’infusione a freddo

Per questa infusione usiamo dell’acqua fredda o a temperatura ambiente. Alcune cose che abbiamo notato: l’estrazione dei sapori e degli oli essenziali è più veloce nell’acqua a temperatura ambiente. 

In questo caso lasciala fuori per 2 o 3 ore e mettila poi in frigo per rallentare il processo di estrazione e assicurare una conservazione fino a 12 ore col filtro e fino a 2/3 giorni senza filtro.

☞ Come prepararla

  1. Metti un filtro (o 2 grammi di prodotto) in acqua a temperatura ambiente o fredda di frigorifero
  2. Agita bene per 30 secondi/1 minuto
  3. Metti in frigo per un minimo di 6 ore fino a 24

Tisane fredde: i trucchi del mestiere

Lavorare sulle tisane biologiche e sulle infusioni fredde è sinonimo per noi di ricerca continua. Dopo tanti esperimenti a diverse temperature e con diversi gradi e durate di macerazione, ti sveliamo qualche consiglio valido per tutti i nostri infusi.

  • Ogni filtro piramidale delle tisane Wilden.herbals ha la capacità di 500 ml di acqua. Usalo tranquillamente fino a due tazze.
  • Le tisane estratte a freddo si conservano in frigorifero e mantengono la stessa qualità per 2 o 3 giorni. L’infusione a freddo è infatti più delicata e più lunga, ma gli aromi rimangono per più tempo.
  • L’estrazione a freddo è consigliata per una durata massima di circa 8-10 ore. Oltre questi tempi d’infusione, l’estrazione in acqua risulterà meno equilibrata e a tratti astringente.
  • Un consiglio pratico per velocizzare il processo di infusione: effettua un’estrazione a caldo di almeno 7 minuti con una quantità doppia di piante officinali. Aggiungi poi una quantità pari di acqua fredda per raffreddare e diluire l’infusione.
  • Se segui il nostro consiglio di prima, un altro accorgimento. Prima di diluire, agita energicamente per 30 secondi/1 minuto: questa operazione manuale sostituisce la vera e propria “agitazione termica” dell’acqua.

E tu, quale tisana Wilden non vedi l’ora di provare nella variante fredda? 

0