fbpx

JOIN THE JOURNEY! 10% di sconto sul primo acquisto.

Melissa, il rimedio naturale alla malinconia

Grazie ai suoi oli essenziali, questa pianta è un ingrediente prezioso nella cura di molti disturbi. In questo articolo, vi raccontiamo origini, proprietà e usi di questo prezioso alleato del benessere.

Indice degli argomenti:

Dire melissa equivale a dire anti-stress. Pianta erbacea perenne della famiglia delle Labiateae, la melissa (melissa officinalis) è nota per le sue proprietà antinfiammatorie e antispasmodiche. Considerata una pianta del relax, la Melissa Officinalis cresce spontaneamente nell’Europa meridionale e nell’Asia occidentale. Le sue foglie sono usate nella medicina tradizionale (e non solo) per le sue proprietà digestive, carminative, antispasmodiche, sedative, analgesiche e diuretiche e sono un ottimo alleato per combattere i disturbi gastrointestinali. Scopriamo insieme storia, proprietà e usi della melissa.

La pianta

La melissa è una pianta dalle rinomate proprietà calmanti e sedative. In fitoterapia viene impiegata nella preparazione di tisane, sotto forma di infuso o di decotto. La si trova normalmente come pianta spontanea nei prati e in campagna, ma si può coltivare senza problemi anche in vaso o in giardino. Facilmente riconoscibile dal fusto quadrangolare, ramificato alla base e rizomatoso, presenta delle foglie di colore verde intenso e picciolate. La melissa emana un aroma simile a quello del limone e si riconosce dal sapore amarognolo, mentre i fiori sono bianchi e piccini.

Melissa Officinalis: la pianta

La storia 

Dal greco ape, la melissa è la pianta preferita delle api, da cui ricavano un ottimo miele; il suo infuso è considerato una vera medicina per le api, perché in grado di mantenerle in buona salute e garantire loro l’immunità. 

Già nel XVII i monaci carmelitani scalzi di Parigi apprezzavano le proprietà benefiche della melissa e la impiegavano per preparare l’Acqua di Melissa, un rimedio popolare digestivo, mentre Paracelso la definiva “elisir di vita”. 

Proprietà e benefici

Insieme a passiflora, camomilla e malva, la melissa è una delle piante rilassanti per eccellenza. Ottima in caso di ansia e preoccupazioni varie ed eventuali, la melissa si distingue anche per le sue proprietà sedative, utili per contrastare i sintomi influenzali. Attenzione a non esagerare con le dosi: se presa in quantità elevate, la melissa può avere un effetto eccitante. Assunta sotto forma di tisana, contribuisce invece ad abbassare la febbre ed eliminare le tossine in eccesso. Questo concentrato di buonumore allevia però anche la sindrome mestruale, riducendo nausea e crampi. Analgesico naturale, il suo olio essenziale aiuta a curare il mal di testa e a rilassare sistema nervoso e muscoli. 

Come usarla

Oltre ad essere utile, la melissa è anche buona; in profumeria è uno degli ingredienti delle Acque di Colonia, ma trova spazio anche nell’industria liquoristica, dove è ampiamente usata per produrre il vermouth e altri amari digestivi e stomachici. Appassionati di pot-pourri e cuscini profumati? Provate ad essiccare un po’ di melissa insieme a lavanda, camomilla, rosmarino e timo. Se invece volete cimentarvi con la melissa fresca, provate ad aggiungerne qualche foglia alle insalate per un effetto digestivo raddoppiato.

Per gli irriducibili della tisana, la melissa officinalis è uno degli ingredienti del nostro Remedium n.3 – Digestive, un infuso pensato per favorire una corretta digestione alleviando il sistema digestivo. Provare per credere! 

La nostra tisana Digestive con: finocchio, liquirizia, zenzero, melissa, menta, rosmarino, salvia e limone biologici

Curiosità

Introdotta in medicina come rimedio “moralmente esilarante e confortatore dei nervi”, i medici Galeno e Paracelso la consigliavano per la cura dei disturbi psichici. Serapio la prescriveva invece come palliativo alla malinconia. Gli Arabi la tenevano in grande considerazione: il medico Avicenna già nell’XI secolo attribuiva alla specie “la meravigliosa proprietà di rallegrare e confortare il cuore”. 
L’Alcolato di Melissa o Acqua di Melissa inventato dai Carmelitani Scalzi francesi nel 1611, era il rimedio popolare per eccellenza. Tutte le classi sociali dell’epoca ricorrevano infatti a questo Remedium nei momenti no. 

Sitografia

  • www.cure-naturali.it/enciclopedia-naturale/rimedi-naturali/erboristeria/melissa.html
  • www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5871149/
  • https://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/melissa-proprieta-benefici-tisana/
  • https://www.inherba.it/piante-officinali-aromatiche/melissa/
0