fbpx

JOIN THE JOURNEY! 10% di sconto sul primo acquisto.

Wilden e la Tempi di Recupero Week: uniti all’insegna del recupero virtuoso

È arrivata la quarta edizione della Tempi di Recupero Week, la settimana di showcase per chef, osti, gelatieri, artigiani, vignaioli e creativi che credono nella diffusione di una cultura alimentare etica.

Tempi di Recupero è un’associazione culturale, ma preferisce definirsi la rete di chi fa del recupero la propria filosofia, creando iniziative e promuovendo una visione sostenibile del mondo, a partire dall’enogastronomia. 

Il bello della parola recupero è che include un mondo vastissimo, che parte dal dettaglio con il recupero degli avanzi e delle materie prime meno conosciute fino ad arrivare a qualcosa di più difficile da misurare come il recupero della tradizione, tramite la custodia di ricette che rischiano di essere dimenticate. 

Wilden.herbals si sente affine e complice in questa missione che vuole dare una chiave quotidiana, chiara e pratica alla sostenibilità. Fin dalla sua nascita, infatti, non abbiamo mai smesso di riflettere sul concetto di sostenibilità e sul ruolo che ognuno di noi e ogni nostro piccolo atto può avere sul pianeta.

Ecco tutti i motivi per cui abbracciamo questo approccio e ci uniamo a questa settimana che celebra il recupero virtuoso.

  1. Prima di tutto la scelta di ogni singolo ingrediente. È nostro punto di orgoglio, il fatto di aver curato fin dalla nostra nascita relazioni dirette con i nostri fornitori, per stabilire percorsi e sinergie di lungo periodo. Vogliamo offrire a chi sceglie le tisane Wilden.herbals le migliori piante officinali nel rispetto della biodiversità, della fertilità del suolo e del lavoro agricolo.
  2. Come ai vecchi tempi, ovvero il recupero di una tradizione. Non ci piaceva l’idea di utilizzare il cosiddetto taglio tea, un procedimento industriale dove le foglie, ridotte in frammenti da 1/1,5 mm, perdono la maggior parte dei benefici. Nel taglio tisana le foglie vengono essiccate e si frantumano naturalmente mantenendo inalterate la maggior parte delle proprietà. Questo significa bere una tisana che ti riporta a un tempo storico preciso, quando i nostri avi hanno cominciato a scoprire il potere dell’erboristeria.
  3. Non ci bastava essere biodegradabili, volevamo essere anche compostabili. Il filtro di ogni infuso Wilden nasce dal mais e non ha additivi sintetici, è certificato TÜV e questo significa che può essere smaltito nel normale compost domestico, senza che lasci alcuna traccia. 
  4. Colla animale? No grazie, noi ci diamo dentro con l’amido di mais. Il sovraincarto ​​che avvolge il filtro di ogni infuso è in carta sigillata con questo ingrediente segreto che ci permette di avere un packaging completamente biodegradabile.
  5. Addio plastica. Non l’abbiamo scelta nemmeno per l’imballaggio, preferiamo usare il cartone, un altro materiale 100% riciclabile.
  6. Du is megl che uan, ovvero l’infusione del recupero. Lo sapevi che puoi utilizzare ogni nostra bustina anche per una seconda infusione? Quando finisce la prima tazza è il momento di fare un refill . Dopo aver asciugato bene la bustina, immergila ancora in acqua calda per una infusione leggermente più delicata ma ancora ricca e piacevole nel gusto. Provare per credere!
  7. Le ricette di riutilizzo. Aggiungi gli ingredienti dei nostri Remedia nei tuoi piatti e nei tuoi cocktail! Dopo un primo utilizzo, le nostre erbe e spezie sono ancora utilizzabili per insaporire brodi, verdure al vapore, biscotti o per la panatura del pesce.
  8. Mille e più modi di riutilizzare il sacchettino di cotone che regaliamo quando crei il tuo mix. È fatto per portare con te le tisane quando sei fuori casa, o per conservare al meglio le altre leccornie che trovi nella nostra dispensa. C’è chi lo usa quando va in vacanza per tenere in ordine i caricabatterie degli strumenti digitali e poi c’è chi vuole fare bella figura e lo utilizza come incarto per un regalo.

0